Find results in Italiano
Please search something!

ACS e INFOMINDS augurano Buone Feste!

Group 29 Copy 2Created with Sketch.
Group 29 Copy 2Created with Sketch.
GLI AUGURI DEL NOSTRO TEAM

Guarda i video messaggi dei nostri responsabili!

Vogliamo utilizzare la tecnologia per salutarvi personalmente e augurarvi buone feste!

Martin Plunger
Martin Plunger

Founder & CEO - ACS

Donare un futuro migliore.

Un progetto diventato realtà!

ACS & INFOMINDS - Per un futuro migliore

Il Natale è una bella occasione per donare un futuro migliore ai giovani di una regione del mondo meno fortunata della nostra!

Per questo motivo, noi di ACS e INFOMINDS, insieme ai nostri collaboratori e clienti, diamo continuità anche quest’anno a questo progetto benefico iniziato diversi anni fa.

IL PROGETTO

Etiopia, St. Anthony TVET College a Emdibir, Regione Guraghe.

Istruzione e formazione per una vita indipendente.

Dare continuità a questo progetto benefico, insieme all’Associazione Medici dell’Alto Adige per il Mondo, iniziato diversi anni fa significa garantirne la migliore riuscita e porre basi sempre più solide per il futuro di moltissimi ragazze e ragazzi del St. Anthony College TVET in Etiopia.

Il St. Anthony TVET College.

L’istituto professionale per la formazione dei giovani nell’Etiopia Rurale è stato fondato nel 2013 dalla Diocesi di Emdibir nella Regione di Guraghe, 191 km a sud di Addis Abeba. Da poco si è conclusa la costruzione di un laboratorio di metallurgia, di una biblioteca e di un convitto, nel quale possono risiedere le studentesse provenienti da villaggi lontani per poter frequentare regolarmente la scuola. Al finanziamento delle opere ha provveduto la nostra associazione in collaborazione con il Fondo 5x1000 della Chiesa Cattolica e la Regione Trentino Alto Adige.

Perché?

In Etiopia, quando superi il decimo anno della scuola superiore, puoi iscriverti all’Università, ma solo con una media dei voti molto alta. Oggi, grazie al St. Anthony TVET College almeno 170 studenti hanno la possibilità di imparare comunque un mestiere ed una professione senza accedere agli studi universitari.

Professionalizzazione.

Le cinque aree tematiche che vengono offerte fino al 3° anno di formazione sono: *edilizia, lavorazione dei metalli e dei tessuti, informatica e da un anno anche applicazioni elettriche*. La scuola professionale dispone anche di una falegnameria ben attrezzata, che non fa parte del ciclo di insegnamento. Però il reddito derivante dalla vendita di mobili fabbricati qui copre una piccola parte delle spese correnti della scuola.

La scuola e il Corona Virus.

La scuola ha visto negli ultimi anni un forte incremento delle iscrizioni. **La grande domanda di formazione in ambito informatico**, la richiesta da parte del governo locale di portare tutte le discipline al 4° livello e l’introduzione della nuova specializzazione per elettricisti determinano la necessità di ampliare la scuola con la costruzione di ulteriori aule. A causa delle misure anti corona virus, molti giovani lavoratori a giornata hanno dovuto rientrare dall’estero e da Addis Abeba. Quelli che tornano nei loro villaggi nella Regione Gurage, hanno ora, grazie alla scuola professionale, la possibilità di arricchire la loro istruzione e riorientare la loro vita.

Da studenti ad artigiani di successo.

La storia di Endale Kdir e Aklilu: BRAVI RAGAZZI!!

Il luogo dove tre studenti hanno scoperto il loro talento.

Studiare non è tutto. Ecco perché Endale, Kdir e Aklilu sono diventati artigiani di successo in Etiopia.

Si conoscono da quando erano bambini. Oggi sono tre giovani i cui sogni individuali sono stati sostituiti per far posto a progetti comuni. Endale Tsifaye ha 23 anni, Kdir Ahimed e Aklili Kore ne hanno 24, e provengono dallo stesso villaggio: Forohona nell'Etiopia sud-occidentale, più precisamente nella regione del Gurage, a sette chilometri dalla città di Embidir. Endale, Kdir e Aklilu hanno frequentato il liceo di Emdibir. Nel 2017 hanno provato il test d'ingresso all'università ma sfortunatamente nessuno dei tre è stato ammesso. Così è iniziato il Piano B e la decisione di imparare un mestiere al TVET College di Emdibir. Ci sono voluti tre anni di formazione per imparare tutto sui metalli. Durante questo periodo, hanno avuto la possibilità di conoscersi e a scoprire i propri talenti, ma soprattutto hanno potuto capito come le loro capacità si completavano a vicenda. Quando si sono laureati, si sono chiesti: dobbiamo davvero cercare un lavoro? Non è meglio crearsi un lavoro e diventare lavoratori autonomi? E perché no, anche insieme?

L'inizio di un sogno.

L'inizio di un sogno.

La banca ha valutato in modo positivo l’iniziativa, come un’idea audace e fattibile. Ha prestato denaro a Endale, Kdir e Aklilu affinché potessero acquistare macchine e allestire un'officina come start-up a Emdibir. La città ospita 4.000 persone e sembra che tutti stavano aspettando i tre artigiani di Forohona e così inizia questa grande nuova avventura. Endale, Kdir e Aklilu sono capaci. Al momento producono principalmente porte, finestre e mobili. La loro reputazione è continua a crescere e ad espandarsi. Oggi, i tre ragazzi hanno già rimborsato il prestito bancario e i primi profitti economici cominciano a manifestarsi. Finora nessuno dei tre si è pentito di aver intrapreso un percorso diverso a quello dell’università.

Bravi ragazzi, andate avanti così!!