Find results in Italiano
Please search something!

Qual è la differenza tra l’MDR e l’antivirus tradizionale

Quando si parla di sicurezza informatica, tra le possibili soluzioni considerate dalle aziende troviamo l’installazione di un antivirus tradizionale. Meno conosciuto è invece l’MDR (Managed Detection & Response), che riunisce al suo interno più tecnologie, col fine di proteggere le reti aziendali.
Group 29 Copy 2Created with Sketch.
Group 29 Copy 2Created with Sketch.
Qual è la differenza tra l’MDR e l’antivirus tradizionale

Con un mercato che vuole le aziende sempre più digitalizzate, le minacce di sicurezza informatica diventano sempre più diffuse e sofisticate. Dati e informazioni dell’azienda vengono posti sempre più a rischio e le infrastrutture IT non sempre sono in grado di fronteggiare hacker e organizzazioni sempre più attenti ed esperti. Se quindi fino a qualche anno fa la scelta di un antivirus per la rete informatica aziendale era considerato baluardo sufficiente per gestire i più importanti attacchi alla sicurezza, ora è necessario prendere in considerazione l’evoluzione delle tecnologie IT e la necessità di dotarsi di strumenti o servizi più articolati e complessi, come l’MDR, in grado di agire in modo efficace e rapido.

Cosa significa MDR e funzionalità

MDR è l’acronimo di Managed Detection and Response e identifica servizi gestiti volti a monitorare minacce all’infrastruttura IT dell’azienda 24 ore su 24, 7 giorni su 7, rilevare eventi avversi, mitigare e rispondere a incidenti. I servizi di MDR nascono dall’unione di tecnologie implementate a livello host e di rete, analisi avanzate, sistemi di intelligenza artificiale specializzati e competenze di analisi e professionisti della sicurezza informatica.

I servizi MDR monitorano tutti gli eventi che si verificano nell’ambiente di osservazione, concentrandosi su eventuali indizi che possono indicare attacchi imminenti e su incidenti che tentano di raggiungere i dati dell’azienda, di modificarli o di farli uscire dall’azienda.
Una volta rilevata la minaccia, il team MDR e i sistemi tecnologici utilizzati ricostruiscono la cronologia del processo e la catena di eventi per determinare il livello della minaccia e offrire segnalazioni rapide insieme a consigli per intervenire in risposta all’evento, contattando l’azienda oggetto di attacco.
Spesso, il servizio MDR viene proposto insieme ad altre soluzioni per offrire una capacità di rilevamento e risposta alle minacce più completa. Tra questi, sono presenti la SIEM, Security Information and Event Management, la NTA, Network Traffic Analysis, e l’IDS, Intrusion Detection System.

MDR e antivirus tradizionale, le differenze

L’antivirus tradizionale è lo strumento di sicurezza informatica più conosciuto e più spesso utilizzato anche da aziende e clienti business. Si tratta di un programma che viene progettato per trovare e fermare o rimuovere virus e malware. Per farlo, esamina e scansiona i file incrociandoli con il database di file dannosi con il quale è programmato. Se l’antivirus rileva la presenza di un file considerato dannoso, ne impedisce l’esecuzione. Spesso però, la procedura non è sufficiente per rilevare eventuali file dannosi e bloccarne l’esecuzione. Ogni giorno, infatti, vengono creati sempre più virus e malware in grado di aggirare la barriera difensiva dell’antivirus, perché ad esempio mutevoli, come nel caso di malware polimorfici. In più, hacker e organizzazioni attuano sempre più attacchi articolati, non più basati sui soli file malware, come ad esempio gli attacchi ransomware o gli attacchi fileless.

A differenza dell’antivirus, il servizio di MDR è articolato in diverse fasi e aree di attività.

  • Managed: i servizi vengono organizzati in una piattaforma gestita in outsourcing e offrono una soluzione tecnologica che attraverso il supporto delle ultime tecnologie come l’intelligenza artificiale e il machine learning, è in grado di acquisire le informazioni dai dispositivi dell’infrastruttura IT aziendale e verificare la presenza di eventi;
  • Detection: è la fase di analisi, operativa in ogni momento, pronta a intercettare e reagire ad eventuali anomalie, attraverso strumenti tecnologici e software e interventi diretti da parte dei professionisti del team di security;
  • Response: è la fase di risposta agli attacchi rilevati e vede in campo la competenza degli analisi della sicurezza, che in contatto con l’azienda, definiscono le azioni per contenere l’attacco e risolvere il problema nel minor tempo possibile arginando prontamente eventuali danni.

MDR e EDR, le differenze

EDR è l’acronimo di Endpoint Detection and Response, ovvero rilevamento e risposta degli Endpoint. L’EDR si concentra sull’analisi dei comportamente delle workstation. Attraverso l’uso dell’intelligenza artificiale, segnala comportamenti sospetti al team IT dell’azienda in modo da far verificare se l’attività svolta da un dispositivo aziendale, come un PC, abbia senso. Mentre quindi MDR prende in esame l’intera rete e le attività che avvengono al suo interno, EDR concentra la sua analisi sull’attività dei dispositivi come server, laptop, sistemi POS, rilevando eventuali minacce che hanno superato la fase di previsione e prevenzione e che, entrate, stanno operando sui dispositivi.

MDR, la proposta di ACS

I dispositivi connessi alla rete aziendale sono ogni giorno esposti ad attacchi informatici da parte di virus e hacker. Il servizio MDR è, al momento, la risposta più efficace che può essere messa in campo contro minacce e tentativi di incursione. Per questo, noi di ACS abbiamo selezionato un team di professionisti di sicurezza e le più moderne tecnologie per offrire ad aziende e imprese il servizio più completo di Managed Detection & Response. Il servizio offre la possibilità di bloccare in tempi rapidi le minacce esterne rispondendo in modo veloce e reattivo all’attacco.
Alla base del nostro servizio MDR ci sono le competenze di un team esperto e specializzato in cybersecurity. A queste, si aggiungono l’uso di un prodotto EDR all’avanguardia e un pannello di controllo centralizzato in grado di gestire e monitorare la protezione degli endpoint. Una volta installato, il software analizza il comportamento degli endpoint attraverso algoritmi di behavior analysis e blocca eventi anomali segnalandoli sulla piattaforma di gestione. Gli esperti ACS analizzano quindi gli eventi e li classificano in termini di rischio, pianificando eventuali interventi necessari. Il controllo costante del sistema IT da parte del nostro team permette di rispondere in modo più veloce agli attacchi rispetto ai classici antivirus, garantendo efficienza e affidabilità ad aziende e imprese.

Scopri la nostra soluzione pensata per bloccare tempestivamente tutte le minacce!