Find results in Italiano
Please search something!

Direttiva NIS 2: cos’è, a chi si applica e come ottenere la conformità

La direttiva NIS 2 (Direttiva UE 2022/2555), entrata in vigore il 17 gennaio 2023, rappresenta un aggiornamento cruciale nella legislazione dell'Unione Europea per la sicurezza delle reti e delle informazioni.
Group 29 Copy 2Created with Sketch.
Group 29 Copy 2Created with Sketch.
Direttiva NIS 2: cos’è, a chi si applica e come ottenere la conformità

Cos'è la direttiva NIS2?

Nell'era digitale attuale, in cui le minacce informatiche si evolvono con una rapidità sorprendente, la cybersecurity è diventata un imperativo per ogni organizzazione. La direttiva NIS2 rappresenta un significativo passo avanti nella legislazione europea e ha l’obiettivo di rafforzare il livello di sicurezza informatica all'interno dell'Unione Europea.

La conformità a questa normativa non si limita a soddisfare un obbligo legale, ma si configura come una pietra miliare strategica per le organizzazioni che cercano di proteggere i loro asset digitali e fisici, rafforzare la fiducia dei consumatori e migliorare la loro competitività sul mercato.

Direttiva NIS2: quando entra in vigore

In data 10 giugno, il Consiglio dei Ministri si è riunito a Palazzo Chigi e ha approvato in via preliminare lo schema del provvedimento legislativo relativo al recepimento della direttiva.

Il termine ultimo per il recepimento della NIS2 da parte degli Stati Membri è il 17 ottobre 2024.

NIS2: definizione e obiettivi

La nuova direttiva NIS2 mira a stabilire una strategia comune di cybersecurity per tutti gli Stati membri, elevando i livelli di sicurezza dei servizi digitali su scala europea. Si integra con altre normative e linee guida sulla protezione dei dati e della privacy, come il GDPR, il Regolamento DORA, e il Cyber Resilience Act, per affrontare le minacce informatiche sempre più sofisticate e invasive, che hanno visto un incremento significativo negli ultimi anni.

Differenze rispetto alla direttiva NIS

La direttiva NIS 2 amplia la precedente direttiva NIS con una serie di cambiamenti significativi. In primo luogo, elimina la distinzione tra gli operatori di servizi essenziali (OSE) e i fornitori di servizi digitali (DSP), introducendo nuove categorie di operatori basate sull'importanza del servizio offerto.

Inoltre, estende gli obblighi di cybersecurity a un numero maggiore di settori e servizi considerati critici per il funzionamento socioeconomico dell'UE. Questi includono, oltre ai settori già coperti, piattaforme di cloud computing, data center e servizi sanitari.

La direttiva stabilisce anche un quadro più dettagliato per le misure di sicurezza, richiedendo un approccio multirischio e la segnalazione tempestiva di incidenti significativi alle autorità competenti.

NIS2: adempimenti e requisiti

A chi si applica la NIS2

La direttiva NIS 2 ha ampliato l'ambito di applicazione rispetto alla precedente direttiva NIS, includendo una vasta gamma di settori e organizzazioni, sia pubbliche che private, con l'obiettivo di rafforzare la sicurezza informatica all'interno dell'Unione Europea.

  • Settori ad alta criticità: questi settori sono considerati vitali per il funzionamento socioeconomico dell'UE e, di conseguenza, le organizzazioni che operano in questi settori sono soggette a requisiti rigorosi in termini di sicurezza informatica.
  • Altri settori critici: in aggiunta, la NIS 2 identifica "altri settori critici", di cui fa parte un ulteriore gruppo di organizzazioni tenute a rispettare i requisiti di sicurezza imposti dalla direttiva.

Requisiti principali della NIS2

La direttiva NIS 2 stabilisce una serie di requisiti principali che le organizzazioni devono soddisfare per garantire un elevato livello di sicurezza informatica. Questi requisiti includono:

  • Politiche di analisi dei rischi e di sicurezza dei sistemi informatici
  • Gestione degli incidenti
  • Continuità operativa
  • Sicurezza della catena di approvvigionamento
  • Sicurezza dell’acquisizione, sviluppo e manutenzione dei sistemi informatici e di rete
  • Strategie e procedure per valutare l’efficacia delle misure di gestione dei rischi di cybersecurity
  • Pratiche di igiene digitale di base e formazione in materia di cybersicurezza
  • Politiche e procedure relative all’uso della crittografia
  • Sicurezza delle risorse umane, strategie di controllo dell’accesso e gestione degli attivi (hardware, software, dati)
  • Uso di soluzioni di autenticazione a più fattori o di autenticazione continua

Questi requisiti sono progettati per garantire che le organizzazioni siano in grado di identificare, prevenire e rispondere efficacemente alle minacce informatiche, proteggendo così le infrastrutture critiche e i dati sensibili.

Vantaggi della NIS2 e come implementarla

Benefici della NIS2 per le aziende

L'adozione della direttiva NIS2 offre numerosi benefici alle aziende. Innanzitutto, migliora la gestione dei rischi informatici, consentendo un approccio proattivo per ridurre le vulnerabilità e prevenire incidenti. Inoltre, le aziende conformi ai requisiti della NIS2 possono vantare un aumento della competitività, dimostrando impegno nella protezione dei dati ai partner e clienti.

La direttiva promuove anche la collaborazione tra aziende e autorità nazionali, favorendo un approccio coordinato alla cybersecurity. Questo approccio rafforza la cyber resilience aziendale non solo internamente, ma anche nella rete di fornitori e partner commerciali, promuovendo la cooperazione transnazionale per minimizzare i danni indiretti.

Come prepararsi all'implementazione

Per prepararsi all'implementazione della NIS2, le aziende devono iniziare con una valutazione del rischio per stabilire le misure appropriate. È fondamentale stabilire un solido quadro di governance per identificare e documentare ruoli e responsabilità delle principali parti interessate.

Un altro aspetto chiave è la formazione regolare dei dipendenti per sensibilizzarli e trasformarli in una difesa efficace contro le minacce informatiche. Avere un piano completo di risposta agli incidenti consente una rapida reazione a qualsiasi evento indesiderato. Infine, è importante condurre valutazioni periodiche del rischio e controlli di sicurezza regolari per mantenere aggiornate le soluzioni di cybersecurity.

Guida ACS: i requisiti della nuova direttiva europea NIS2

Per supportare le aziende nel processo di avvicinamento alla nuova direttiva NIS2, ACS Data Systems offre una guida completa che comprende tutte le informazioni più importanti, oltre a una pratica checklist per una corretta familiarizzazione con i nuovi requisiti.

Scarica la guida NIS2 gratuita in PDF